Beinecke Rare Book & Manuscript Library

Uno scrittore, attivista sociale, e appassionato di arti, Mabel Dodge Luhan è celebrato in meno per le sue realizzazioni artistiche che per il suo ruolo chiave nella costruzione della comunità artistica, sostenere gli artisti, e generare interesse nelle moderne forme d’arte. A Buffalo, New York, nativo, ha vissuto a cavallo del XX secolo a Firenze, Italia, dove era una figura di spicco tra gli espatriati americani e visitatori che comprendeva Gertrude Stein, Carl Van Vechten, e Hutchins e Neith Boyce Hapgood. Tornata negli Stati Uniti nel 1910, Mabel Dodge si stabilì nel Greenwich Village, dove contribuì ad organizzare l’innovativo Armory show of Postimpressionist art e ospitò forse il più importante salone di New York del periodo. Era a conoscenza di una sezione trasversale delle comunità artistiche e politiche della città, tra cui persone come Margaret Sanger e Emma Goldman, e Marsden Hartley. Alla fine del decennio, si era trasferita nel sud-ovest, dove era al centro di una comunità di artisti a Taos, nel Nuovo Messico, che comprendeva Georgia O’Keeffe e Willa Cather. Luhan ha fornito un punto di intersezione di individui e idee attraverso i suoi contatti e le innumerevoli connessioni che ha reso possibile tra altri artisti e pensatori; il peso puro delle sue associazioni di lei ha fatto una profonda influenza ben al di là del suo più vicino gruppo di amici e conoscenti.

La Collezione

Le Carte Mabel Dodge Luhan consistono in lettere, manoscritti, fotografie e documenti personali che documentano la vita e l’opera di Mabel Dodge Luhan. La collezione copre gli anni 1859-1961, con la maggior parte del materiale risalente al 1913-51. Attualmente, solo una parte dei documenti Mabel Dodge Luhan sono disponibili online.

Collezione correlata

Collezione Mabel Dodge Luhan, 1885-1984, YCAL MSS 197