Gli Annali di Lü Buwei / Tradotti da John Knoblock e Jeffrey Riegel

Questa è la prima traduzione completa in inglese di Lüshi chunqiu, compilata nel 239 a. C. sotto il patrocinio di Lü Buwei, primo ministro del sovrano dello stato di Qin, che sarebbe diventato il primo imperatore di una Cina appena unificata quindici anni dopo. Lü conservò un gruppo di studiosi il cui scopo era quello di racchiudere la conoscenza del mondo in una grande enciclopedia; Lü fu così felice del lavoro finito che si dice abbia offerto un favoloso premio d’oro a chiunque potesse aggiungere o sottrarre anche una sola parola.

Un compendio eccezionalmente ricco e completo, Gli Annali di Lü Buwei racconta in prosa coinvolgente, semplice e leggibile la grande varietà di credenze e costumi del suo tempo. L’opera è uno dei grandi monumenti del pensiero cinese, un’opera di originalità e coesione, ispirata da una visione di un impero universale governato da principi che assicuravano l’armonia tra uomo e natura, protettrice della vita umana e animale, dedita all’apprendimento e alla cultura, alla pratica della benevolenza e della gentilezza, e motivata dalla ragione e dalla moralità.

Oltre a rivelare uno stato avanzato di conoscenza tecnica, gli Annali esponevano una filosofia di governo adatta al controllo centralizzato che lo stato Qin avrebbe successivamente stabilito. Ha anche preso in considerazione ogni tendenza filosofica del giorno, a volte adattando temi, a volte combinando idee che non erano state precedentemente associate, a volte rifiutando e confutando posizioni che erano in conflitto con la sua visione di base. Poiché Lü mirava alla completezza, il suo lavoro conservava una serie di sistemi di pensiero altrimenti sconosciuti o poco conosciuti. Gli Annali costituiscono quindi uno strumento essenziale per chiunque cerchi di ricostruire le controversie filosofiche del III secolo a. C. Allo stesso tempo, il compendio di Lü proclama le sue posizioni filosofiche indipendenti e altamente originali. Oggi, con la maggior parte delle opere della filosofia classica cinese perdute da tempo, gli Annali di Lü Buwei rimangono indispensabili come summa del mondo intellettuale cinese del suo tempo.