Journal of Health Care for the Poor and Underserved

Il film del 2016, Hidden Figures, liberamente basato sul romanzo di Margot Lee Shetterly, ha introdotto il pubblico del cinema a tre matematiche nere che lavoravano per la NASA: Katherine Johnson, Dorothy Vaughan e Mary Jackson. Il film non solo ha intrattenuto il pubblico, ma ha anche sollevato la questione di quale storia gli storici scelgono di centrare. Proprio come le storie di queste donne, la storia di Lugenia Burns Hope non è pubblicamente ben nota, ma la sua influenza e il lavoro della sua vita nell’attivismo comunitario hanno gettato le basi per vari programmi che esistono ancora oggi. Il suo impegno a migliorare la qualità della vita per i neri l’ha portata a unirsi a organizzazioni che servivano a questo scopo e a diventare un membro fondatore della sua organizzazione, l’Unione di quartiere. Burns Hope ha servito come presidente della Neighborhood Union ad Atlanta, Georgia, e le strutture e le politiche che ha sviluppato sono state adottate ad Haiti e Capo Verde nei loro sforzi per la costruzione della comunità. Questo è solo uno dei tanti esempi della sua eredità di riformatore e leader.

Nata il 19 febbraio 1871, da Ferdinand e Louisa M. Bertha Burns, Lugenia Burns Hope visse per la prima volta a St. Louis, Missouri. Tuttavia, dopo la morte di suo padre, sua madre decise di trasferirsi a Chicago per fornire un’istruzione migliore a Lugenia. Ha frequentato il liceo, corsi di studio speciali, il Chicago Art Institute, la Chicago School of Design (ora anche una parte del Chicago Art Institute), e il Chicago Business College. Lugenia si ritirò dalla scuola per sostenere la sua famiglia quando due dei suoi fratelli persero il lavoro. Ha lavorato come contabile presso Acme Printing and Engraving Company per otto anni e ha anche lavorato come sarta.

Burns Hope ha sviluppato il suo senso di attivismo comunitario nella sua città natale di Chicago. La vita qui ha esposto Lugenia all’attivismo politico che era prevalente nella comunità nera di Chicago. Il suo primo assaggio del lavoro comunitario è iniziato quando è stata nominata come la prima segretaria nera al Consiglio di amministrazione di Kings Daughters, un’organizzazione di beneficenza che ha lavorato con i malati e bisognosi, ha contribuito a seppellire i poveri e ha fornito servizi per le ragazze adolescenti che lavorano. Durante questo periodo, divenne anche la segretaria personale del direttore del Silver Cross Club, un’organizzazione che gestiva caffetterie per uomini d’affari e donne di Chicago.1 I suoi doveri di segretaria l’hanno portata ad assistere alla Hull House di Jane Addams, e lei è stato introdotto al modello di casa di insediamento. In effetti, Hope ha descritto il suo tempo a Chicago come influente per la sua crescita: “Ho sempre sentito il privilegio della mia vita di aver avuto quella ricca esperienza–gioie e dolori dei loro mecenati sono stati riversati nelle mie orecchie e nel mio cuore. Sono venuti per un consiglio, giovane come me. Abbiamo pensato a questi problemi e sono stati aiutati.”1 Il tempo di Hope a Chicago come lavoratore della comunità e capofamiglia della sua famiglia non solo ha seminato i semi per il suo lavoro successivo nell’organizzazione della comunità, ma le ha anche dato i valori di autosufficienza, duro lavoro e indipendenza-valori che avrebbe portato con sé per il resto della sua vita.

Il 29 dicembre 1897 Lugenia Burns sposò John Hope. La coppia si trasferì a Nashville, Tennessee, dove John Hope insegnò scienze naturali alla Roger Williams University. Sei mesi dopo il loro matrimonio, la coppia si trasferì ad Atlanta, in Georgia, dove John fu assunto come istruttore di classici presso l’Atlanta Baptist College, di cui divenne in seguito presidente (nel 1906). Atlanta sarebbe diventata il luogo in cui Lugenia ha svolto la maggior parte del lavoro della sua vita. Ha iniziato il suo viaggio nel lavoro di beneficenza ad Atlanta quando è diventata presidente di un comitato per raccogliere fondi per asili nido gratuiti per i figli delle madri lavoratrici. Questo comitato esporrebbe Hope ai bisogni della comunità che la circonda, specialmente ai bisogni dei bambini della sua comunità. Dopo la nascita del suo primo figlio, Edward, nel 1901, la mancanza di posti ricreativi per i bambini nella comunità divenne più chiara per sperare. Ha radunato le mogli della facoltà e altre madri della comunità per presentare una petizione…