Matrimonio e stress

Se sei sposato, sai già che il tuo coniuge ha un’enorme influenza sulla tua vita. Che cosa non si può capire è che lui o lei può anche anche avere un profondo effetto sulla vostra salute.

Uno studio pubblicato sulla rivista Physiology and Behavior ha osservato che il semplice atto di essere sposati può aggiungere anni alla vita di una persona. Il matrimonio può anche ridurre il rischio di tutti i tipi di malattie, tra cui cancro, ipertensione, malattie cardiache e influenza. I coniugi premurosi spesso si incoraggiano a vicenda a mangiare bene, fare esercizio fisico, fare vacanze e scegliere uno stile di vita sano. La compagnia stretta e solidale funge anche da cuscinetto contro lo stress e tutte le sue conseguenze fisiche ed emotive.

D’altra parte, i matrimoni infelici possono trascinare i partner nel corpo e nello spirito. Combattimenti (sia riscaldati che a lungo sobbollire), incertezza sul futuro, carichi di lavoro disuguali e una mancanza di compatibilità di base possono generare livelli malsani di stress. Come hanno notato i ricercatori in Physiology and Behavior, l’impatto dello stress coniugale sulla salute è “simile in grandezza a fattori di rischio più ‘tradizionali'”, come l’inattività fisica e il fumo.

Il divario di genere nel matrimonio

Nonostante lo stereotipo comune dello sposo che deve essere trascinato all’altare, gli uomini hanno il massimo da guadagnare dal matrimonio in termini di salute. Come riportato in Fisiologia e comportamento, il matrimonio può aumentare le aspettative di vita per entrambi i sessi, ma questo beneficio è cinque volte più forte per gli uomini che per le donne.

Allo stesso tempo, le donne hanno più da perdere quando il matrimonio è infelice. A partire da circa 40 anni, le donne tendono a sentirsi più stress coniugale rispetto agli uomini, secondo un rapporto nel Journal of Gerontology. (Per le coppie sposate più giovani, uomini e donne sembrano essere ugualmente colpiti dallo stress coniugale.) Le ragioni di questo divario di genere legato all’età non sono note, ma l’impatto è tristemente chiaro. Come suggeriscono i seguenti studi, lo stress coniugale prende un pedaggio maggiore sulla salute delle donne.

Mentre non esiste una definizione standard di matrimonio felice, i ricercatori della San Diego State University e dell’Università di Pittsburgh probabilmente si sono avvicinati quando hanno seguito i matrimoni di quasi 500 donne per 13 anni. I ricercatori hanno chiesto alle donne di valutare la qualità del sesso e della comunicazione nel loro matrimonio e la quantità di tempo trascorso con i loro mariti. Hanno anche chiesto se i matrimoni erano compatibili in termini di stile di vita, temperamento, e gli interessi. Per il bene dello studio, i matrimoni che hanno segnato male in queste categorie sono stati considerati “insoddisfacenti”, mentre quelli che hanno ottenuto buoni risultati sono stati considerati “soddisfacenti” terms termini che probabilmente non avrebbero attirato argomenti dalle donne.

Come riportato sulla rivista Health Psychology, lo studio ha rilevato che le donne in matrimoni insoddisfacenti sembravano essere bersagli ambulanti per le malattie cardiache. Rispetto alle donne nei matrimoni soddisfacenti, avevano pressione sanguigna più alta, colesterolo più alto e indici di massa corporea più alti. Hanno anche sofferto di livelli più elevati di depressione, ansia e rabbia. Come hanno notato i ricercatori, ognuna di queste insidie fisiche ed emotive aumenta il rischio di malattie cardiache each e ciascuna può essere alimentata dallo stress.

I pericoli dello stress coniugale non sono solo ipotetici. Uno studio su quasi 300 donne affette da malattie cardiache pubblicato nel Journal of the American Medical Association ha rilevato che lo stress coniugale-di per sé-triplicava il rischio di interventi chirurgici al cuore, attacchi cardiaci o morte nei cinque anni successivi. Altrettanto notevole, uno studio su 189 uomini e donne con insufficienza cardiaca congestizia pubblicato sull’American Journal of Cardiology ha rilevato che la sopravvivenza dipendeva tanto dalla qualità del matrimonio quanto dalla gravità della malattia. Ripetendo un tema comune, questo studio ha rilevato che la qualità coniugale ha avuto un impatto maggiore sulle donne che sugli uomini.

In malattia e in salute

Il sistema immunitario tende a vacillare nei momenti di stress, e lo stress coniugale non fa certamente eccezione. Come riportato in Fisiologia e comportamento, gli studi hanno scoperto che le cellule germinali tendono ad arrendersi quando le coppie combattono. Le donne (e, in misura minore, gli uomini) nei matrimoni infelici sono particolarmente vulnerabili alle malattie infettive. E se hanno una ferita from forse da un incidente o un intervento chirurgico can può essere insolitamente lento a guarire.

Prima di sposarsi, sia gli uomini che le donne dovrebbero sapere cosa è veramente in gioco. Soprattutto per le donne, un cattivo matrimonio può essere peggio di nessun matrimonio a tutti. Come riportato in Psicologia della salute, lo stress di una partnership infelice può potenzialmente spazzare via qualsiasi beneficio per la salute che una donna potrebbe ottenere dal matrimonio. D’altra parte, sia gli uomini che le donne possono migliorare la loro salute sposandosi saggiamente, lavorando duramente per risolvere i problemi coniugali ed evitando conflitti cataclismici. E ‘ semplice difficult e difficile difficult come quello.

Robles TF e JK Kiecolt-Glaser. La fisiologia del matrimonio: percorsi per la salute. Fisiologia e Comportamento. 2003. 79: 409-416.

Associazione Psicologica Americana. Il matrimonio sembra essere benefico per la salute delle donne, ma solo quando la soddisfazione coniugale è alta, mostra una nuova ricerca. Settembre 2003. http://www.apa.org/releases/maritalbenefit.html

Orth-Gomer K et al. Lo stress coniugale peggiora la prognosi nelle donne con malattia coronarica. Rivista dell’Associazione Medica Americana. 2000. 20 Dicembre 2000. 284: 3008-3014.

Coyne JC et al. Importanza prognostica della qualità coniugale per la sopravvivenza dell’insufficienza cardiaca congestizia. American Journal of Cardiology. 1 Settembre 2001. 88: 526-529.

Umberson D e K Williams. Qualità coniugale, salute e invecchiamento: equità di genere? Rivista di Gerontologia Ottobre 2005. 60 (speciale 2): 109-113.

Holt-Lundstad J. et al. C’è qualcosa di unico nel matrimonio? L’impatto relativo dello stato civile, della qualità delle relazioni e del supporto sociale della rete sulla pressione sanguigna ambulatoriale e sulla salute mentale. Annali di Medicina Comportamentale. 35(2):239-44. Aprile 2008.