Polmone-imballaggio e stretching aumenta la capacità vitale in apneisti ricreativi

Abstract

Introduzione:

Il volume polmonare è un fattore importante per le prestazioni di immersione apneica, e il volume polmonare del subacqueo è maggiore rispetto ai controlli abbinati. Alcuni di questi effetti sono probabilmente dovuti alla predisposizione, ma i subacquei d’élite usano spesso stretching e “imballaggio polmonare” nel loro allenamento per migliorare la capacità polmonare. Il nostro obiettivo era studiare gli effetti sulla capacità vitale di un programma di allenamento che prevedeva una serie di manovre tipiche dell’allenamento degli apneisti.

Metodi:

I soggetti erano 13 apneisti ricreativi con un’altezza media (SD); 179cm (8.4), peso; 73kg (13.8), età; 23 anni (9.7), addestramento alle immersioni apneiche in media 1-2 h a settimana e 8 non subacquei di controllo abbinati. L’allenamento polmonare del subacqueo prevedeva una serie di 5 diversi esercizi polmonari con yoga e manovre di imballaggio polmonare 5 volte a settimana per 11 settimane. Soggetti VC è stato determinato prima e dopo il programma di allenamento utilizzando 3 scadenze massime per VC lento, con il volume più grande utilizzato.

Risultati:

La VC media (DS) era aumentata durante il periodo di allenamento, da 5,9 (1,4) a 6.3 (1,5) L o del 7,5 (7,3) % (P<0,01). Un aumento di VC è stato osservato in tutti i soggetti tranne 1. Nel gruppo di controllo la VC media (DS) era di 4,6 (0,7) L nel test 1 e di 4,7 (0,8) L nel test 2 (NS), mostrando che l’effetto nei subacquei non era probabilmente dovuto a nuovi test.

Discussione:

L’addestramento utilizzato dai subacquei d’élite, che coinvolge l’imballaggio e lo stretching dei polmoni, può migliorare la VC nei subacquei ricreativi, nonostante il precedente addestramento in immersione. L’aumento è più del doppio di quello precedentemente ottenuto con il solo imballaggio polmonare (Lindholm et al 2007). Il meccanismo principale responsabile potrebbe essere ridotto rinculo del torace dopo lo stretching.

Conclusioni: Concludiamo che la capacità vitale può essere migliorata mediante la formazione.