Ricorrenti nefrite di lupus meno frequenti dopo trapianto di rene

novembre 07, 2018
2 min leggere

Salva

AGGIUNGERE ARGOMENTO PER AVVISI e-MAIL
Ricevere una e-mail quando nuovi articoli vengono pubblicati su
si Prega di fornire il vostro indirizzo e-mail per ricevere una e-mail quando nuovi articoli vengono pubblicati su .

Iscriviti

AGGIUNTO AGLI AVVISI E-MAIL
Hai aggiunto correttamente ai tuoi avvisi. Riceverai un’e-mail quando viene pubblicato un nuovo contenuto.
Clicca qui per gestire gli avvisi e-mail

Hai aggiunto correttamente ai tuoi avvisi. Riceverai un’e-mail quando viene pubblicato un nuovo contenuto.
Clicca qui per gestire gli avvisi e-mail
Torna a Healio
Non siamo stati in grado di elaborare la tua richiesta. Riprova più tardi. Se si continua ad avere questo problema si prega di contattare [email protected]
Torna alla Healio

CHICAGO — la nefrite lupica è ricorrente meno frequente tra i pazienti con malattia renale allo stadio finale sottoposti a trapianto di rene, probabilmente a causa di migliore immunosoppressione, secondo i dati presentati da Debendra N. Pattanaik, MBBS, MD, della University of Tennessee Health Science Center.

“Abbiamo fatto molti progressi nel trattamento della nefrite lupica in termini di regime immunosoppressivo”, ha detto Pattanaik ai partecipanti alla riunione annuale ACR/ARHP 2018. “Tuttavia, fino al 10% al 30% dei pazienti finiscono nelle fasi finali della malattia nonostante tutto il trattamento. Le persone in malattia renale allo stadio terminale finiscono in dialisi e subiscono anche un trapianto di rene. Studi precedenti hanno dimostrato che fino al 50% delle persone che ricevono un trapianto renale finiscono per ottenere una recidiva della malattia, ma molti di questi erano studi più vecchi. Abbiamo visto meno recidive nei nostri pazienti nella nostra pratica clinica.”

esaminare la ricorrenza di nefrite di lupus tra i pazienti presso l’Università del Tennessee Health Science Center, a Memphis, e determinare se il nuovo post-trapianto regime ha colpito la ricorrenza, Pattanaik e colleghi hanno studiato 38 pazienti trattati con trapianto di rene a causa di malattia renale allo stadio terminale da nefrite lupica tra il 2006 e il 2017. Secondo Pattanaik, questi pazienti hanno ricevuto un regime immunosoppressivo standard di prednisone, tacrolimus e micofenolato mofetile, piuttosto che prednisone, azatioprina e ciclosporina, che sono stati utilizzati nei decenni passati.

La nefrite lupica ricorre meno frequentemente tra i pazienti con malattia renale allo stadio terminale sottoposti a trapianto di rene, secondo i dati.

Fonte:

Pattanaik e colleghi hanno esaminato retrospettivamente le cartelle cliniche elettroniche dei pazienti, nonché le informazioni dal database United Network for Organ Sharing (UNOS). Hanno registrato dati demografici, relativi al trapianto e alla dialisi, tra cui biopsia renale, perdita dell’innesto e sopravvivenza globale. I ricercatori hanno quindi esaminato l’associazione tra nefrite lupica ricorrente, sopravvivenza e perdita dell’innesto.

Secondo Pattanaik, i pazienti inclusi nello studio hanno trascorso una mediana di 4 anni in dialisi precedente e l ‘ 80% ha ricevuto l’emodialisi mentre il 31% è stato sottoposto a trapianto di donatore vivente. Tra i pazienti, l ‘ 11% ha sviluppato una recidiva di nefrite lupica comprovata da biopsia, mentre il 26% ha sperimentato la perdita o la morte dell’innesto durante un follow-up mediano di 1.230 giorni. Nel modello di regressione Cox proporzionale non aggiustato dei ricercatori, i pazienti con nefrite lupica ricorrente hanno mostrato una tendenza per un aumento del rischio di perdita o morte dell’innesto rispetto ai destinatari senza recidiva.

“Molti pazienti con nefrite lupica hanno atteso il trapianto perché la malattia deve andare in remissione prima che ciò accada, e trascorreranno mesi o anni in dialisi prima di poter ottenere un trapianto”, ha detto Pattanaik. “In questo momento, il regime che stanno usando è anche quello che stiamo usando per trattare la nefrite lupica, quindi la mia prossima domanda è se questi pazienti possono essere trapiantati prima dei mesi e degli anni che hanno aspettato.”- by Jason Laday

Disclosure: Pattanaik non riporta informazioni finanziarie rilevanti.

Riferimento:

Pattanaik DN. Riassunto 711. Presentato alla riunione annuale ACR/ARHP, ottobre. 20-24, 2018; Chicago.

AGGIUNGERE ARGOMENTO PER AVVISI e-MAIL
Ricevere una e-mail quando nuovi articoli vengono pubblicati su
si Prega di fornire il vostro indirizzo e-mail per ricevere una e-mail quando nuovi articoli vengono pubblicati su .

Iscriviti

AGGIUNTO AGLI AVVISI E-MAIL
Hai aggiunto correttamente ai tuoi avvisi. Riceverai un’e-mail quando viene pubblicato un nuovo contenuto.
Clicca qui per gestire gli avvisi e-mail

Hai aggiunto correttamente ai tuoi avvisi. Riceverai un’e-mail quando viene pubblicato un nuovo contenuto.
Clicca qui per gestire gli avvisi e-mail
Torna a Healio
Non siamo stati in grado di elaborare la tua richiesta. Riprova più tardi. Se si continua ad avere questo problema, si prega di contattare [email protected]
Torna alla Healio

American College of Rheumatology Riunione Annuale

American College of Rheumatology Riunione Annuale