Trust: Tutto quello che hai sempre voluto sapere

Che cosa sono trust, e si dovrebbe avere uno?

I trust sono strumenti incredibilmente utili. Eppure, ci sono così tanti diversi tipi di trust e ufficiali sounding language trust che circondano che sono fonte di confusione per alcune persone e anche trattati con disprezzo da altri (come nel termine peggiorativo “trust fund baby”).

Quindi, cosa sono esattamente i trust?

I trust sono utilizzati per una varietà di scopi. Il tipo più comune di trust, un living trust revocabile, è progettato per proteggere i beni e garantire che siano tenuti in modo sicuro e passati ai beneficiari in base a desideri specifici. Ci sono tre parti generalmente coinvolte in un accordo fiduciario:

  • Concedente (o Trustor) – questa è la persona che crea il trust
  • Fiduciario – questa persona è impostato per amministrare il trust dovrebbe concedente divenuti incapaci o una volta che il creditore passa
  • i Beneficiari sono le persone e/o istituzioni che i vantaggi del trust

“la Creazione di un vivente la fiducia non è un processo complicato,” ha detto Catherine Hammond, avvocato presso l’Hammond di Legge del Gruppo, che si occupa solo della pianificazione di proprietà e l’anziano legge. “Sicuramente comporta un investimento da parte della persona che lo crea perché un buon piano affronterà olisticamente la tua famiglia, i tuoi beni, i tuoi obiettivi e le tue preoccupazioni. Dovrebbe essere adattato specificamente alla tua situazione unica. È fondamentale lavorare con un avvocato di pianificazione immobiliare che può camminare attraverso le sfide tipiche su disabilità e morte e aiutare a identificare ciò che è importante per voi. Gli obiettivi che identifichi potrebbero non essere cose a cui penseresti necessariamente nella tua vita quotidiana senza il beneficio della guida di qualcuno che si occupa regolarmente di questi problemi.”

Poiché i trust viventi non devono passare attraverso il processo di successione, i beneficiari generalmente ottengono l’accesso a queste attività molto più velocemente delle attività trasferite utilizzando un testamento. Inoltre, il processo di successione può sembrare una seccatura e, in molti stati, è un procedimento pubblico. Un trust vivente consente ai beni di passare al di fuori del tribunale e rimanere privati, il che è importante per molti. Uno dei motivi più comuni per istituire un trust vivente è quello di evitare il costo di successione alla morte, che è in gran parte a causa delle tasse applicate dagli avvocati.

Il vantaggio principale di molti trust è che proteggono la vostra ricchezza da alcuni creditori o preoccupazioni, consentendo di controllarlo. Puoi impostare un trust in modo che le risorse rimangano a tua disposizione durante la tua vita, mentre designi dove passeranno le risorse rimanenti dopo la tua morte. I trust possono essere particolarmente utili in situazioni familiari complesse, come quando c’è il potenziale per la lotta familiare o ci sono bambini da più di un matrimonio. Inoltre, possono proteggere i tuoi beni a beneficio dei tuoi cari dopo che te ne sei andato. Se divorziano, se hanno creditori, o anche se non sono pienamente maturati finanziariamente, la fiducia di un cliente può proteggerli dalla propria ingenuità.

Gli errori in un trust sono comuni. Registrati per il prossimo webinar per imparare come evitare questi errori.

Storia

Le origini dei trust risalgono a quasi 1000 anni fa. Nel 1066, l’appropriatamente chiamato Guglielmo il Conquistatore catturò l’Inghilterra e dichiarò che tutte le terre appartenevano al re. Tuttavia, che era un sacco di terra per una persona di gestire, così ha permesso ad altri di amministrare terre per lui. Quella gestione era conosciuta come possesso (questo è dove otteniamo il termine “inquilino”). Un residente poteva trasmettere questo mandato a un figlio maggiore, che doveva pagare al re una tassa di proprietà (il fondamento del sistema fiscale immobiliare di oggi).

Quando la Magna Carta fu approvata nel 1215, conteneva una disposizione che, se un mandato moriva e il suo erede era minorenne, veniva nominato un tutore fino a quando “divenne maggiorenne”, che è la base per l’odierna fiducia.

Tipi di trust

Prima di suddividere i diversi tipi, dobbiamo rivedere una distinzione importante di tutti i trust: che siano revocabili o irrevocabili.

Trust revocabili: quando un trust è revocabile, un concedente mantiene il controllo di tutto nel trust durante la sua vita. Questi trust sono flessibili e possono essere sciolti in qualsiasi momento, se le circostanze o le intenzioni cambiano.

In un trust revocabile, il concedente può anche essere il trustee (o un co-trustee) per mantenere la proprietà e il controllo sul trust, i suoi termini e le attività. Un trust revocabile in genere diventa irrevocabile alla morte del concedente.

I trust revocabili aiutano a evitare l’omologazione, ma possono essere soggetti a tasse immobiliari e sono ancora considerati parte dei beni del concedente.

“Stabilire un revocabile living trust è il modo più semplice per evitare l’omologazione”, ha affermato Jessica Showers, avvocato presso l’Hammond Law Group. “Ti consente di avere il titolo di tutti i tuoi beni detenuti in nome del trust, mentre rimani in controllo del trust e puoi designare cosa succede a tali beni. Perché sono nel nome della fiducia, non è necessario passare attraverso il processo di successione per farli fuori dal nome di qualcuno una volta che passano via.”

Trust irrevocabili: una volta eseguito un trust irrevocabile, non può essere modificato dal concedente. Ciò significa che il concedente non ha alcun controllo o accesso ai beni nel trust. Significa anche che tutti i termini e le condizioni sono definitivi e non possono essere modificati.

Le persone generalmente creano trust irrevocabili per ridurre l’importo delle attività soggette a tasse immobiliari, poiché queste attività sono essenzialmente rimosse dalla proprietà. Inoltre, il concedente è sollevato dalla responsabilità fiscale sul reddito generato dalle attività fiduciarie, anche se i beneficiari avranno probabilmente alcune conseguenze sull’imposta sul reddito.

I beni in un trust irrevocabile possono anche essere protetti da sentenze legali contro il concedente.

Altri tipi di trust includono:

  • Irrevocable life insurance trust (ILIT) – Questo detiene solo una polizza di assicurazione sulla vita sul concedente. Poiché la politica è di proprietà del trust, i proventi non sono in genere tassati come parte della proprietà del concedente.
  • Generation-skipping trust-Questa fiducia trasferisce beni ai nipoti o generazioni successive esentasse.
  • Benefici Charitable lead trust – specifici vengono inviati a un ente di beneficenza, mentre il resto va ai beneficiari.
  • Charitable Remainder trust-Il concedente riceve un reddito dal trust per un periodo di tempo definito, e qualsiasi resto è dato a un ente di beneficenza.
  • Spendthrift trust-Il trustee ha discrezione su come e quando le distribuzioni sono fatte a un beneficiario. Questo tipo di fiducia può anche proteggere un’eredità nel caso in cui il beneficiario divorzia o dai creditori.
  • Special needs trust-Destinato a un dipendente che riceve benefici governativi, come la disabilità della sicurezza sociale o Medicaid. Questa fiducia assicura il beneficiario riceve un certo reddito senza compromettere i pagamenti di diritto.

I trust sono la soluzione ideale per proteggere le tue risorse. Clicca qui per contattare il nostro personale esperto sui trust e le opzioni di pianificazione immobiliare.